“E segna sempre lui…e segna sempre lui: si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe Signori”: molti, soprattutto di fede biancoceleste, serberanno il nitido ricordo di questo coro cantato allo stadio per celebrare i goal del bomber di Alzano Lombardo, Beppe Signori, che negli anni Novanta con la S.S. Lazio segnò 188 gol diventando con la maglia bianco-celeste per ben tre volte capocannoniere della Serie A superando il record di Silvio Piola. Tuttavia, a ricordare, meglio, la sua storia calcistica (gli anni della triade foggiana, le sue famose punizioni calciate da fermo e poi lo scandalo che appannò il suo talento calcistico) è soprattutto l’anteprima “Fuorigioco. Una storia di vita e di sport” diretta da Pierpaolo Paganelli ed ospitata al Biopic Fest.

Dal 23 al 28 Settembre, infatti, si è svolta a Roma la terza edizione del Biopic Fest che, confermando la sua mission originaria, ha ospitato opere cinematografiche, prevalentemente appartenenti al genere documentaristico, dedicate alle biografie di persone, note e meno note, che si sono contraddistinte nel campo dello sport, della danza e della cultura, in generale, per il loro talento o per la loro umanità in grado di suscitare nel pubblico quel senso di tenerezza e “melanconia” come, ad esempio, “Argento Vivo”, diretto da Giantommaso Pugliesi in cui un anziano di nome Alfredo, attraverso un dispositivo, rivive flashback di vita quotidiana con la sua amata moglie, ora gravemente ammalata.

Ma oltre alle dodici anteprime, tra le opere provenienti da ventisette paesi si segnala anche “Gino Soldà – una vita straordinaria”, documentario diretto da Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon con Simone Moro. Ambientato tra le Alpi e dedicato all’alpinista, arrampicatore e scalatore Gino Soldà, nei racconti di Simone Moro, accompagnati da immagini di repertorio, il ricordo dello sportivo rivive nella scalata al Monte Sisilla, in quella a Sassolungo e, infine, in quella più temeraria ed intraprendente alla Marmolada che gli valse la Medaglia al Valor Sportivo.

Alessandra Alfonsi