HIGHLIGHTS News

Disney +. La magia della casa di Topolino in un click

“Tu sogna e spera fermamente, dimentica il presente…E il sogno realtà diverrà……!”.

I sogni degli appassionati Disney si sono avverati: la Walt Disney Company lancia la nuova piattaforma streaming Disney+, attiva in Italia dal 24 marzo 2020, ma già presente negli Usa, Canada e Olanda dal 12 novembre 2019. Sulle orme di Netflix, la piattaforma Disney propone una vasta gamma di scelte, sia per i nostalgici dei classici film d’animazione, sia per i nuovi utenti che ne apprezzano cartoni, serie tv e documentari. La scelta tra le grandi produzioni Disney, National Geographic, Marvel, LucasFilm e addirittura Pixar è ardua, ma ad oggi abbiamo tutto il tempo a disposizione per poter scegliere la nostra preferita.
Accedere alla piattaforma è semplice, basta registrarsi e attivare un abbonamento mensile o annuale, potendo usufruire della prima settimana di prova gratuita. La struttura di Disney+ non differisce molto da quella di Netflix, anche qui infatti è possibile accedere in contemporanea da più devices e da più profili. I contenuti, inoltre, sono catalogati in base al genere, alla tipologia, alle uscite più recenti e alla possibilità di creare una propria lista dei preferiti. Disney+ di certo non si contraddistingue per la sua originalità logistica, ma sicuramente è unica nei suoi contenuti. I film d’animazione, originariamente contenuti nelle tanto amate cassette vhs, ora non sono neanche più semplici dvd. “Cenerentola”, “La Spada nella roccia”, la “Sirenetta”, “Pinocchio” e tutto l’universo Disney, che dal 1923 fa sognare grandi e piccini, ora è portata di click.
Zero spazio, costi proporzionati, velocità e comodità di fruizione, questi sono gli elementi chiave per le piattaforme streaming. Disney+ ne fa tesoro e, nonostante punti molto sui film e i live action dei grandi classici come “Aladdin”, “la Bella e la Bestia”, “Lilly e il Vagabondo”, resta al passo con i tempi proponendo novità come “Hight School Musical – The musical, La serie”, “Star Wars – The clone wars”, “Star girl”, o gli intramontabili e senza tempo “I Simpson”. I genitori non devono temere contenuti inadeguati per i loro bambini poiché, come per Netflix, sono loro stessi a poterli selezionare.
Le grandi piattaforme streaming come Netflix e Amazon Prime hanno di che temere. Oltre ogni aspettativa, già dal 5 febbraio 2020, i dati parlavano di più di 28 milioni di iscritti. Ora che anche il debutto in Italia è stato compiuto, non resta che vedere quanto la magia e il mondo incantato Disney possano tenere testa ad una concorrenza più giovane e competitiva.

Cristina Quattrociocchi

Condividi quest'articolo