Dopo una lunga attesa, “Fate – The Winx Saga”, la nuova imperdibile serie fantasy, è arrivata nel piccolo schermo di Netflix. Lo show, liberamente ispirato alla celebre serie animata del 2004, ripercorre a grandi linee la trama, trasportando il magico mondo di Alfea nel nostro secolo, creando nuove intriganti storie che appassionano e tengono con il fiato sospeso.
La sedicenne Bloom, dopo aver scoperto drammaticamente di possedere il potere del fuoco, si trasferisce ad Alfea, un college magico, nel quale imparerà ad usare e canalizzare i suoi poteri. Qui, alloggiando nel dormitorio delle Winx, conoscerà le sue nuove coinquiline Stella, Aisha, Terra e Musa.
Nella spettacolare e suggestiva Alfea, tra inquietanti mostri chiamati “bruciati”, creature potentissime, inaspettate rivelazioni e storie d’amore, le Winx e gli Specialisti si ritrovano a dover fronteggiare quella che sembra una guerra rimasta in stallo da troppo tempo.
La narrazione del nuovo teen drama Netflix è fluida e scorrevole, un mix di sottotrame adolescenziali e creature fatate che rendono la serie un ibrido di generi. “Fate – The Winx Saga” attinge da altri prodotti del colosso americano come “Le terrificanti avventure di Sabrina”, “Shadowhunters – Serie” e “Riverdale”, raccogliendo gli aspetti positivi e riadattandoli ad un nuovo affascinante contesto: il mondo magico, abbandonando le tutine colorate e le scarpe appariscenti delle celebri Winx, regalando al pubblico una nuova versione realistica a tinte dark delle “fatine” più amate della Tv.
Nonostante le molte differenze con il cartone, “Fate – The Winx Saga” si rileva una serie tv valida e godibile. Un aspetto positivo dello show è il talento degli attori, i quali, nonostante la giovanissima età e la poca esperienza regalano al pubblico ottime interpretazioni. Menzione d’onore per la fotografia che, facilitata dalla bellezza suggestiva dei boschi irlandesi e della Villa Killruddery House in cui la serie è girata, gioca sui colori e sul binomio bene-male: se Alfea si presenta con colori tenui e delicati, l’Oltremondo viene mostrato con colori freddi e spenti, necessari per mettere in risalto la luce e l’oscurità. “Fate – The Winx Saga”, confermata per una seconda stagione, è destinata restare nell’Olimpo delle serie teen drama per molto tempo.

Flavia Arcangeli