È in libreria “Il cinema dà Sapienza. Il rinascimento digitale del cinema italiano”, curato da Roberto Faenza e Mihaela Gavrila. Pubblicato da Franco Angeli, il volume ha l’obiettivo di connettere – non solo idealmente – il mondo giovanile con i rappresentanti e gli operatori dell’industria cinematografica e audiovisiva a partire dall’esperienza di una ricerca-intervento avviata con il progetto “YouTrailer”, promosso dal Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale (Cinemonitor – Osservatorio Cinema e Media Entertainment) della Sapienza Università di Roma e dalla Galleria Nazionale D’Arte Moderna e Contemporanea, con il sostegno di MIUR e MIBACT.

Dopo tre interventi introduttivi affidati a Faenza, Gavrila e Cristiana Collu, il testo si divide in due parti: “YouTrailer. Generazioni in bilico tra cinema classico e nuovi formati dell’entertainment media” mette insieme contributi di Mihaela Gavrila, Valentina Faloni, Ida Cortoni, Camilla Rumi, Andrea Pranovi, Guido Nicolosi, Laura Minestroni e Giovambattista Fatelli, mentre “Per una nuova politica del cinema e dell’audiovisivo” presenta scritti di Maria Pia Ammirati, Francesco Rutelli, Paolo Del Brocco, Roberto Cicutto, Giannandrea Pecorelli, Sara Manini-Lardani, Edoardo Massieri, Marco Chiani, Mario Rusconi e Alfonso Benevento.

Il progetto “YouTrailer”, diretto dai due curatori del libro, ha coinvolto gli studenti delle scuole medie superiori in un concorso per la realizzazione di trailer per i film italiani d’autore del passato, con il duplice intento di offrire alle nuove generazioni un’opportunità di riscoperta dei capolavori del nostro cinema e a quest’ultimo la chance di essere rivisitato in chiave giovanile e contemporanea, beneficiando di una inedita forma di promozione. È noto infatti che all’epoca di autori come Fellini, Antonioni e tanti altri i trailer non esistevano, ma soltanto dei semplici “Prossimamente”.
“Il cinema dà Sapienza. Il rinascimento digitale del cinema italiano”, a valle del concorso concluso a dicembre 2019, offre l’occasione per riflettere sulle affinità e le distanze tra le varie espressioni del media entertainment e i giovani, nella consapevolezza che i cambiamenti che stanno interessando i media e i linguaggi artistici siano strettamente connessi alle tendenze messe in atto dalle nuove generazioni.

Le prospettive adottate dai diversi interventi, in breve, consentono di mappare le trasformazioni che coinvolgono il mondo del cinema, immaginando strategie per creare ponti comunicativi con l’universo giovanile nel rispetto dei nuovi comportamenti di fruizione e delle aspettative delle nuove generazioni nei confronti delle produzioni italiane di ieri e di oggi. Il volume è inserito nella collana Scienze della Comunicazione diretta da Marino Livolsi e Mario Morcellini per le edizioni Franco Angeli.