Arriva su Netflix “Love and Monsters”, il film diretto da Michael Matthews che “sdrammatizza” la fine del mondo attraverso la visione di un ragazzo che cerca di ritrovare l’amore. Gli animali a sangue freddo della Terra si sono trasformati in mostri a causa delle ripercussioni di missili spediti nello spazio, per questo i pochi sopravvissuti del pianeta sono costretti a rifugiarsi in bunker sotterranei per non essere attaccati da blatte giganti o enormi rane mutate geneticamente. Tra i sopravvissuti c’è anche Joel, un ragazzo un po’ imbranato che di fronte alla paura tende a paralizzarsi, così per sette lunghi anni non ha avuto mai il coraggio di uscire dal bunker, nel quale vive con una colonia di superstiti. Mentre tutti gli altri abitanti della colonia hanno trovato l’amore per lui è diverso: all’inizio dell’apocalisse è stato diviso dalla sua ragazza Aimee, ma quando finalmente scopre dove si trova decide di uscire dal bunker sotterraneo per raggiungerla.

“Love and Monsters”, come dice il titolo stesso, racconta di amore e mostri in un misto di comicità e avventura. Joel non è l’eroe senza paura, ma un semplice ragazzo che mentre l’intero pianeta diventa un posto pericoloso non riesce a trovare il coraggio di combattere. La trasformazione degli insetti in mostri ha accentuato la sua indole paurosa e solo grazie alla voglia di rivedere Aimee riuscirà ad avventurarsi nel mondo esterno pieno di pericoli. Amore e mostri, ma anche amicizia e solidarietà si rivelano temi portanti della storia, infatti, i diversi personaggi che di volta in volta Joel incontrerà lungo il suo cammino – dal cane Boy al robot Mav1s – si riveleranno fondamentali per la sua crescita e sopravvivenza.

Il film riesce a raccontare la vita in un mondo post-apocalittico in modo divertente, ma senza trascurare i momenti maggiormente emotivi, racchiudendo al suo interno diversi generi e risultando coinvolgente. I diversi personaggi che appaiono lungo la strada di Joel, seppur di passaggio, sono integrati in modo convincente, con uno scopo ben preciso ai fini della trama e in grado di far emergere i diversi aspetti di Joel, che pensa continuamente di essere un peso per gli altri superstiti, ma che in realtà è in grado di portare spensieratezza e allegria nei momenti in cui sembrano difficili da trovare. Tra insicurezze e pericoli emerge la necessità di affrontare i momenti difficili un passo alla volta, superandoli anche con l’aiuto delle altre persone.

Jasmine Laudato