“Sopravvissuti”, presentata mercoledì 28 settembre negli studi di Viale Mazzini a Roma, è un mistery-drama disponibile in 6 serate (ovvero 12 episodi da 50 minuti) da lunedì 3 ottobre su Rai 1. Si tratta della nuova grande coproduzione internazionale a guida italiana dell’Alleanza Europea, che vede la Rai collaborare con due grandi servizi pubblici dell’Europa continentale, ovvero France Télévisions (Francia) e ZDF (Germania), diretta da Carmine Elia.
“Sopravvissuti” racconta la storia di una barca a vela, di nome Arianna, e dei suoi dodici passeggeri. Sulla banchina – nei primi minuti della serie – compare Luca, alla guida del cantiere Leone che ha organizzato la traversata, saluta gioioso sua moglie Sylvie e le due figlie. Anita, intransigente ispettore di polizia, guarda partire suo figlio Gabriele – medico di bordo – accompagnato da sua moglie; tra gli altri, si imbarcherà anche la famosa attrice Giulia Morena con marito e figlio.
Tutto sembra andare per il meglio fin quando, una settimana dopo la partenza, l’Arianna viene travolta da una tempesta sparendo dai radar; dei dodici passeggeri non c’è traccia e a terra tutti pensano di non veder più i propri cari. Tutto cambia un anno dopo quando, al largo delle coste del Venezuela, viene ritrovato un relitto. È l’Arianna e a bordo viene trovata la metà dell’equipaggio: i sopravvissuti sono sconvolti, prostrati dalla fame e dalla sete, ma ancora vivi.
E il racconto, lungo 12 puntate, parte proprio da qui: l’interrogatorio per comprendere cosa sia davvero accaduto all’interno dell’Arianna e perché solo in 6 sono riusciti a superare un lungo viaggio durato un anno interno. I sopravvissuti, tornati a casa, scopriranno che anche a terra le cose sono cambiate e che dovranno lottare contro i feroci fantasmi del naufragio e contro gli insistenti sospetti di Anita, che non crede a nessuno e cerca instancabilmente indizi che aprono delle crepe nel loro racconto.
La serie, realizzata nelle acque di Genova e all’interno degli studi adibiti per l’occasione ad un grande cantiere navale, vede la partecipazione di un ricco cast capitano da Lino Guanciale e Barbova Bobulova con la partecipazione di Luca Biagini, Stefi Celma, Maddalena Crippa, Vicenzo Ferrera, Florian Fitz, Giacomo Giorgio, Pia Lanciotti, Sophie Pfennigstorf, Desirée Popper, Elena Radonicich, Raffaella Rea, Carmine Recano, Fausto Maria Sciarappa, Camilla Semino Favro, Manda Touré, Alessio Vassallo, Adèle Wismes, Margherita Aresti, Luca Castellano, Nicolas Maupas, Paola Benocci, Nello Mascia e Domenico Luca.
“Sopravvissuti” è nata dalla penna di quattro allievi della prima edizione del Master di Scrittura Seriale organizzato da Rai Fiction in collaborazione con il Centro italiano Studi Superiori per la formazione e l’aggiornamento in giornalismo radiotelevisivo di Perugia e con il sostegno dell’Associazione Produttori Audiovisivi (APA). I quattro allievi del Master – Sofia Bruschetta, Ivano Fachin, Giovanni Galassi, Tommaso Matano – dopo aver ideato il concept sono stati guidati nella fase editoriale dalla headwriter Viola Rispoli e dallo sceneggiatore Massimo Bacchini.
«La serie», come affermato da Maria Pia Ammirati, «spazia su generi diversi dal dramma, al mistery fino ad arrivare al crime. Un viaggio, quello di Sopravvissuti, che mostra una storia ben scritta nata dalla penna di giovanissimi autori guidati da una firma storica della serialità italiana, Viola Rispoli». Da lunedì 3 ottobre su Rai 1 per 6 puntate.

Flavia Arcangeli