Il 28 novembre sono arrivati su Sky Serie gli ultimi due episodi della prima stagione di “Tell Me a Story”, che si aggiungono ai precedenti otto già disponibili su Sky On Demand e NOW. La serie statunitense reinterpreta alcune delle classiche fiabe, trasportandole nella moderna New York e intrecciando le storie dei personaggi che ne fanno parte.
La prima stagione è incentrata su tre fiabe: Hänsel e Gretel, I tre porcellini e Cappuccetto Rosso. Quando Gabe si ritrova coinvolto in un omicidio decide di contattare sua sorella Hannah, un ex militare, per chiederle aiuto. I due fratelli rimarranno coinvolti in un affare più grande di loro, che li costringerà a fuggire da alcuni criminali. Intanto anche la vita di altri due fratelli sta per essere cambiata a causa di un omicidio: Eddie e Mitch compiono una rapina in gioielleria insieme a un uomo di nome Sam, ma quest’ultimo uccidendo una donna causa l’ira del fidanzato Jordan. Le maschere da maiale che coprivano il volto dei tre rapinatori non sono servite a fermare Jordan, che riconoscendo Eddie inizierà una caccia per vendicarsi. Anche per Kayla – studentessa che dopo la morte della madre si trasferisce dalla nonna a New York – si prospetta un futuro difficile, quando attirando l’attenzione di Nick finirà in un nuovo incubo.
Le tre storie in apparenza sono legate solo superficialmente, ma con il proseguire della serie inizieranno a intrecciarsi in modo molto sottile; le scelte di un personaggio non influiscono solo sul suo percorso, ma arrivano a cambiare il destino degli altri protagonisti creando ripercussioni e aumentando le tensioni. Quello che invece continua a rimanere meno marcato è il collegamento tra i personaggi e le storie da cui sono ispirati, fiabe che già nel corso dei secoli hanno subito diverse versioni e adattamenti, che in questo caso non solo vedono un netto cambio di ambientazione e crossover, ma anche un distacco sui temi trattati. Nulla di fiabesco in questa rilettura e nulla che rimandi all’impossibile, ma ciò che rende la serie qualcosa di ancora diverso dal solito: “Tell Me a Story” è un thriller dove il lupo è un uomo folle con le sue ossessioni e dove i bambini delle storie sono ragazzi dal difficile passato che affrontano scelte complicate. Una fiaba da adulti che mostra eccessi e problemi dei giorni attuali.

Jasmine Laudato