Il cinema sopravviverà al Covid? Il cinema da vedere in sala di sicuro non tornerà a regime prima dell’estate prossima, ma c’è chi ritiene la data troppo ottimista. Anche se le normative lo permetteranno, dubito che una grande massa di spettatori si farà avanti sin dalle prime aperture, perché la diffidenza nei confronti tanto della durata del contagio quanto sulla efficienza delle vaccinazioni è all’ordine del giorno, oltre al fatto che la maggior parte delle persone continuerà a preferire la distanza di uno dall’altro. I primi a diffidare di una prossima vicina apertura delle sale cinematografiche sono gli stessi distributori, che preferiscono attendere la massima sicurezza anziché un’apertura precaria. Non è un caso se le grandi catene di produzione, vedi in America la Warner, hanno appena annunciato che nell’anno in corso i loro film usciranno anzitutto in streaming. Saranno dunque le piattaforme a fare la parte del leone. Quello che ruggiva dagli schermi della Metro Goldwyn Mayer dovrà dunque tacere. Speriamo non troppo a lungo.

Roberto Faenza